Francesco Giappichini

Indocina, affari e crimini

In POLITICA on 21 febbraio 2012 at 00:10

Mentre si legge sulla stampa vietnamita che i rapporti economici e politici tra Hanoi e la Cambogia attraversano una fase positiva, e che sembrano lontano anni luce le guerre del secolo scorso, dal Paese khmer giunge una notizia che riporta alla memoria gli anni bui. In particolare gli anni dell’olocausto cambogiano, perpetrato dai Khmer rossi di Pol Pot negli anni compresi tra il 1975 e il 1979 (ma anche negli anni seguenti va detto, dopo la presa di Phnom Penh da parte dei vietnamiti).

Kaing Guek Eav, detto Duch

 

 

 

 

 

 

 

Tralasciando in questa sede aspetti meno noti ma più inquietanti del genocidio cambogiano, come il sostegno più o meno indiretto che Pol Pot ricevette da Cina e Stati Uniti, naturalmente in funzione antisovietica, veniamo alla notizia d’attualità. Uno dei maggiori torturatori del regime di Pol Pot, il direttore del carcere S 21 di Phnom Penh, Kaing Guek Eav, detto Duch, sessantanove anni, è stato condannato all’ergastolo dal Tribunale internazionale delle Nazioni unite, costituito nel 2006 (soltanto, va detto, in seguito ad estenuanti negoziati tra il Governo cambogiano e la comunità internazionale).

Nella famigerata prigione, secondo alcuni, sarebbero stati torturati e uccisi circa 15mila prigionieri innocenti. Come detto in precedenti articoli, per ogni approfondimento si rimanda alla lettura della raccolta giornalistica postuma di Tiziano Terzani, «Fantasmi – Dispacci dalla Cambogia».

(Francesco Giappichini)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: