Francesco Giappichini

Archive for aprile 2012|Monthly archive page

30 aprile, celebrazioni

In SOCIETA' on 30 aprile 2012 at 13:32

Ho Chi minh city questa mattina era imbandierata: lungo i marciapiedi delle piu’ importanti vie cittadine e dai balconi delle case, sventolavano i drappi rossi con la stella gialla. Ma gia’ da giorni si potevano osservare i cartelloni che celebrano la «Liberazione di Saigon», e le bandiere con falce e martello, simbolo del Partito comunista vietnamita. Dallo scorso 27 aprile, infatti, le provincie del Paese asiatico stanno organizzando svariate attivita’ per celebrare il trentasettesimo anniversario della «caduta» della Repubblica del Vietnam del sud (ancora oggi definito come il Governo «fantoccio»), e di fatto la riunificazione del paese, avvenuti il 30 aprile 1975.

Il primo tank vietcong entra nell'antico palazzo presidenziale

 

 

 

 

 

 

 

Le piu’ importanti manifestazioni si sono svolte nella provincia meridionale di Binh Duong, ove si sono riuniti veterani, attivisti rivoluzionari ed esponenti dell’associazione delle Madri eroiche. Presente anche l’ex presidente della Repubblica, Nguyen Minh Triet, l’incontro ha rappresentato una occasione per ripercorrere le vicende di quegli anni, ma anche per fare il punto sullo sviluppo della regione nel corso degli ultimi trentasette anni. Tra gli eventi, non sono mancati tornei sportivi, esibizioni artistiche e mostre.

Nella provincia di An Giang, anch’essa nel sud del Paese, si e’ svolta una riunione di circa 500 veterani dell’arma delle trasmissioni, che combatterono nel cosiddetto fronte meridionale.

(Francesco Giappichini)

Stop al boom immobiliare?

In ECONOMIA on 29 aprile 2012 at 00:10

Sul portale “Corriere Asia”, il commercialista Lorenzo Riccardi, specializzato in questioni economiche e giuridiche vietnamite, lancia un grido d’allarme sulla tenuta del mercato immobliare di Ho Chi Minh city, sino a poco tempo fa considerato in grande espansione. Nella capitale economica del Paese si sta passando dal boom edilizio allo scoppio della bolla immobiliare? Difficile dirlo, anche se, spiega Riccardi, «gli affitti degli uffici più prestigiosi sono scesi attualmente dagli 80 dollari / mese al metro del 2008 a meno di 30 dollari che si possono pagare oggi, anche se sono ancora maggiori di altre città asiatiche come Kuala Lumpur e Bangkok. Inoltre», prosegue il pezzo dal titolo “Il Vietnam posticipa il mega progetto dei nuovi grattacieli di Saigon”, «la carenza generale di liquidità che colpisce il Paese, ha portato il sistema bancario sottocapitalizzato del Vietnam sull’orlo di una crisi. Molti degli esperti del settore immobiliare confermano che in tutto il Vietnam ci sono centinaia di progetti immobiliari “congelati”».

Lo skyline di Saigon

 

 

 

 

 

 

Certamente gli squilibri nel locale mercato immobiliare sono sintomo d’un malessere più diffuso che affligge l’economia: tassi di interesse molto elevati – necessari al contenimento di un tasso d’inflazione altrimenti galoppante – hanno causato il fallimento di diverse imprese di costruzioni.

Per il 2012 si prevede una crescita del pil del 5,7 per cento.

(Francesco Giappichini)

L’alessandrino guarda al Vietnam

In ECONOMIA on 28 aprile 2012 at 12:46

Il Viet Nam é interessato alla Provincia d’Alessandria e si tratta d’un sentimento corrisposto. Lo si é constatato giorni fa, dopo la visita nel capoluogo di Bui Vung Anh, consigliere commerciale dell’Ambasciata del Vietnam in Italia, e Pham Van Hong, presidente dell’Assoevi, Association of vietnamese traders in Italy. La delegazione ha cosí avviato un confronto con la Camera di commercio di Alessandria e con l’ente provinciale: esiste soprattutto la convinzione che alcuni settori ben radicati nel territorio piemontese – dalla moda, al vino, all’arredamento – possano trovare nuovi sbocchi sul mercato vietnamita.

Studentesse in ao dai

 

 

 

 

 

 

Secondo il consigliere commerciale vietnamita, «negli ultimi anni, tramite una stretta collaborazione delle relazioni politiche, lo scambio commerciale e la cooperazione economica fra Italia e Viet Nam sono costantemente migliorati. Nel 2011 lo scambio commerciale bilaterale ha raggiunto 2,5 miliardi di dollari, di questa cifra un miliardo e mezzo è stato esportato in Italia. Questo giro d’affari però non è ancora completamente adeguato per le potenzialità dei due paesi».

Per il presidente di Assoevi, «alcuni prodotti sono fortemente richiesti in Italia. Il caffé per esempio, i prodotti ittici, il legno o la plastica. D’altra parte il fascino del made in Italy è sempre molto attrattivo eppure i prodotti italiani che oggi si possono vedere sul mercato vietnamita sono molto pochi».

(Francesco Giappichini)

Il Pcv sbarca a Roma

In SOCIETA' on 27 aprile 2012 at 00:10

Tra il Viet Nam e l’Italia, ad ogni livello, la cooperazione bilaterale si intensifica. Una delegazione della Commissione di sensibilizzazione delle masse del Comitato centrale del Partito comunista del Vietnam, guidata dal funzionario Nguyên Thê Trung, ha appena concluso una visita di 5 giorni in Italia, cominciata lo scorso 22 aprile. La comitiva é stata ricevuta – tra gli altri – dal sottosegretario all’Interno con delega all’Immigrazione e alle libertà civili, Saverio Ruperto, che ha sottolineato come «l’Italia si interessa particolarmente allo sviluppo delle sue relazioni col Vietnam».

Una foto dell'incontro

 

 

 

 

 

 

Attraverso il regolare scambio di delegazioni di vari livelli, ha proseguito, la cooperazione bilaterale non cesserá di svilupparsi. Sandra Sarti, direttore aggiunto del Dipartimento per le Libertá civili e l’immigrazione, anch’essa presente all’incontro, ha fornito chiarimenti sulle politiche religiose in Italia, ribadendo la necessitá di relazioni bilaterali fluide, per poter condividere esperienze negli affari religiosi. Nel corso dell’incontro, le autoritá italiane hanno esposto le misure applicate nel nostro Paese, per la preservazione della cultura e della lingua delle minoranze presenti sul territorio.

In precedenza, la delegazione asiatica aveva visitato il personale dell’Ambasciata del Vietnam a Roma, per conoscere le problematiche relative alla comunitá vietnamita in Italia.

(Francesco Giappichini)

La Birmania si apre al mondo

In POLITICA on 26 aprile 2012 at 00:10

Il ministro degli Esteri italiano, Giulio Terzi, in compagnia di una delegazione di imprenditori e del sindaco di Torino, Piero Fassino, si trova in queste ore in Birmania. Dopo avere incontrato il suo omologo Wanna Maung Lwin, sará ricevuto dal presidente Thein Sein, e dal premio Nobel Aung San Suu Kyi. La visita avviene all’indomani dell’annuncio dell’Unione europea di sospendere, per ora in via provvisoria per un anno, le sanzioni imposte a Myanmar, con l’eccezione dell’embargo sulle armi.

Terzi a colloquio a Naypyidaw

 

 

 

 

 

La decisione é stata accolta con soddisfazione dall’Asean (Association of south-east asian Nations), organizzazione di cui la Birmania é membro. Il capo della Farnesina ha consegnato al ministro degli Esteri di Naypyidaw una dichiarazione ove dichiara che l’Italia si aspetta che il processo di riforme avviato sia «fermamente ancorato ai valori fondamentali dei diritti umani, della libertá di espressione e del pluralismo». Terzi ha affermato che la comunitá internazionale ha offerto al regime birmano una fiducia vigilata, e condizionata a che «il processo di riforme sia assolutamente irreversibile. E’ questo il motivo per cui l’Unione europea ha sospeso le misure sanzionatorie, con la possibilitá di revisione a dodici mesi».

Ogni rapporto commerciale, ha peró chiosato il ministro, «é fortemente legato all’andamento positive delle riforme e del confronto attuale con il partito di Suu Kyi».

(Francesco Giappichini)

Roma guarda a Oriente

In POLITICA on 25 aprile 2012 at 00:10

Negli ultimi mesi gli interessi politici ed economici del nostro Governo hanno svoltato decisamente verso Oriente. La svolta é iniziata col ministro degli Esteri, Giulio Terzi, che poco piú di due mesi fa é volato a Singapore, India e Vietnam, ove tra l’altro ha inaugurato un nuovo impianto della Piaggio. Tra marzo e aprile é stata la volta del premier Mario Monti, sbarcato in Kazakistan, Corea del sud, Giappone e Cina: il suo viaggio – durato 9 giorni, lungo una rotta di 24mila chilometri – é destinato a essere ricordato come uno tra i piú lunghi di un capo del Governo italiano.

I ministri degli Esteri di Indonesia e Italia

 

 

 

 

 

 

Ed ora é di nuovo la volta del capo della Farnesina, che dopo poche settimane sbarca di nuovo in quella «terra promessa del terzo millennio», che risponde al nome di Sudest asiatico. Terzi, dopo aver partecipato alla Conferenza sul dialogo interreligioso, accompagnato da una delegazione di imprenditori, ha incontrato i locali ministri degli Esteri e del Commercio. In Indonesia ci sono «straordinarie opportunitá per le imprese e la crescita in Italia», ha postato tempestivamente su Twitter,  a commento della visita.

Quindi partenza per la capitale birmana Naypyidaw, da cui raggiungerá Yangon, ove dovrebbe incontrare il premio Nobel per la pace, Aung San Suu Kyi. Ultima tappa il Brunei, ove si svolgerá il summit ministeriale tra l’Unione europea e l’Asean (Association of south-east asian Nations).

(Francesco Giappichini)

In Vietnam con Octagona

In ECONOMIA on 24 aprile 2012 at 00:10

Termina oggi il reportage su Octagona, societá di consulenza aziendale molto attiva in Vietnam, nei piú vari settori di attivitá. «Per maggiori informazioni. INGLASS: http://www.inglass.it Inglass è un’azienda leader a livello globale nel settore delle materie plastiche per la produzione di stampi rotativi multi-colore e multi-componenti per fanaleria nel settore auto e di canali caldi per tutti i settori applicativi.

Sul delta del Mekong

 

 

 

 

 

 

L’impresa con oltre 25 anni di esperienza nel settore, può contare su un numero significativo di clienti italiani e stranieri ed è in grado di fornire al cliente un supporto totale attraverso l’intero processo di stampaggio, grazie al proprio know-how e all’approccio innovativo nei confronti del cliente. OCTAGONA: http://www.octagona.com Octagona è una società di consulenza specializzata nella fornitura di servizi che consentono alle aziende di avviare o sviluppare il proprio processo di internazionalizzazione.

L’azienda è oggi punto di riferimento a livello nazionale per la consulenza su mercati in forte fase di sviluppo quali India, Turchia, Vietnam e Stati Uniti, posizione guadagnata grazie a competenze tecniche di elevato livello, ad una organizzazione flessibile ma strutturata, ad importanti collegamenti nei principali settori e alla presenza diretta sui mercati internazionali. Per ulteriori informazioni contattare: Ufficio Stampa Manlio Urbano m.urbano@octagona.com ».

(Francesco Giappichini)

Octagona, oltre il made in Italy

In ECONOMIA on 23 aprile 2012 at 00:10

Segue la terza parte del nostro report dedicato alla societá di consulenza Octagona, che assiste a 360 gradi le aziende clienti nelle fasi di ricerca, valutazione e sviluppo del rapporto con partner vietnamiti. «L’azienda si trova oggi ad affrontare nuove sfide nel mercato globale e per poter rispondere alle esigenze dei nostri clienti, abbiamo ritenuto opportuno provvedere alla costituzione della filiale Indiana, in maniera tale da poter seguire più da vicino le nostre operazioni commerciali, non solo in India, ma in tutta l’Asia”.

Lo skyline di Saigon

 

 

 

 

 

 

Il ruolo di Octagona, si è rivelato davvero di fondamentale importanza. Savita Suri, Partner di Octagona India, commenta: “è stato un vero successo e non possiamo che essere soddisfatti dell’esito dell’operazione: abbiamo lavorato in maniera proficua assieme ad Inglass per raggiungere gli obiettivi prefissati e la costituzione della Branch Office consentirà all’azienda di ottenere risultati concreti in linea con la strategia e dimensioni del gruppo.”

Di fronte ad un mercato trainato dai nuovi attori globali, le aziende italiane per non perdere il passo devono riformulare il loro concetto di made in Italy: costituire filiali e società di diritto locale oppure trovare un partner locale con cui condividere un percorso societario, e non solo basarsi sulla mera esportazione, rappresentano soluzioni importanti oltre che garanzia di risultati nel futuro».

(Francesco Giappichini)

Octagona punta sul Vietnam

In ECONOMIA on 22 aprile 2012 at 00:10

Pubblichiamo la seconda parte del report dedicato alla societá Octagona e alle sue attivitá in India. Il gruppo, in partnership con lo studio legale vietnamita Luat viet advocates, si occupa di coadiuvare nel percorso per la costituzione di società di diritto vietnamita e joint venture. «La filiale è stata attivata lo scorso 3 aprile a Pune, importante hub produttivo nel settore automotive e ubicata nello stato del Maharashtra.

Una guida agli affari in Vietnam

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inglass si è avvalsa del prezioso supporto di Octagona Srl, società di consulenza all’internazionalizzazione presente sul mercato Indiano già dal 2002 con una sede a New Delhi (Octagona India), e in grado di poter contare su propri uffici e collaborazioni esclusive negli Stati Uniti e in aree a forte sviluppo quali Vietnam, Turchia, Brasile e Nord Africa. Nello specifico, la Branch Office, denominata InglassSpA – India Branch Office svolgerà due operazioni fondamentali: importerà direttamente i ricambi dalla filiale Cinese per poi rivenderli ai propri clienti sul mercato Indiano e si occuperà della progettazione di nuovi prodotti sempre per i propri clienti, fornendo contemporaneamente assistenza post-vendita e supporto commerciale, questo per poter fornire un supporto sempre migliore nel territorio in cui opera.

Italo Bincoletto, Asia Operations Manager del gruppo, afferma che “si è trattata di un’operazione molto importante e strategica per Inglass».

(Francesco Giappichini)

Vietnam report partner di Octagona

In ECONOMIA on 21 aprile 2012 at 00:10

Informiano che il nostro portale é da oggi partner di Octagona. La societá, che s’occupa di consulenza alle imprese per servizi d’internazionalizzazione, dispone di uffici in Vietnam, a Hanoi e Saigon. A seguire, la prima parte d’un report sulle attivitá svolte da Octagona nel coadiuvare un’azienda italiana a penetrare nel mercato indiano. «Inglass – HRSflow costituisce una Branch Office in India grazie al supporto di Octagona.

Il logo di Octagona

 

 

 

 

 

 

 

 

Inglass – HRSflow, azienda leader nel settore delle materie plastiche per la produzione di stampi per fanaleria e canali caldi per tutti i settori applicativi, consolida il proprio processo di internazionalizzazione sui mercati esteri, attivando una Branch Office in India. Inglass – HRSflow, azienda sita a San Polo di Piave (TV), produttrice di stampi rotativi multi-colore e multi-componenti per fanaleria auto e di sistemi per l’iniezione di materiali termoplastici in tutti i settori applicativi, in un’ottica di espansione delle proprie attività commerciali volte all’internazionalizzazione e in una logica di sviluppo del proprio business, sbarca sul mercato Indiano.

L’azienda, con oltre venticinque anni di esperienza, un fatturato di circa 52 milioni di Euro e una presenza consolidate all’estero in diversi Paesi, opera nel settore automotive ed ha ritenuto opportune attivare una Branch Office, al fine di affiancare i propri clienti sul mercato Indiano».

(Francesco Giappichini)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: